La “decinificazione” del Bitcoin

Il Bitcoin è sceso durante il fine settimana a causa della chiusura delle miniere cinesi a seguito delle restrizioni del governo cinese indirizzate alla progressiva dismissione delle attività di farming.

La criptovaluta più grande è scesa del 5,5% a $ 34.142 alle 10:50 di domenica a New York, scendendo per la quarta volta nelle ultime cinque sessioni. Ether, la seconda moneta digitale, è scesa del 5,9% a $ 2.095.

L’hashrate in Cina sta calando in modo significativo con la chiusura delle miniere di Bitcoin; la maggior parte a lungo termine considera positivo l’uscita dell’hashrate dalla Cina, ma nel breve termine potrebbe aver/ha già portato a vendite di scorte come sostenuto da molti.

Le criptovalute stanno subendo una pausa di recente. Bitcoin viene scambiato a circa la metà del suo record di quasi $ 65.000 raggiunto a metà aprile. Il valore di mercato di tutte le criptovalute è di circa $ 1,45 trilioni, come misurato da CoinGecko, contro un massimo di circa $ 2,6 trilioni del mese scorso.

Uno dei fattori citati è stata la preoccupazione per la Cina che reprime l’attività mineraria a causa delle preoccupazioni sull’utilizzo di energia e sulla scia di incidenti mortali con il carbone.La città di Ya’an, nella regione sud-occidentale del Sichuan, ha promesso alle autorità provinciali di sradicare tutte le operazioni di mining di Bitcoin ed Ether entro un anno. Secondo un rapporto del Global Times, sostenuto dal Partito Comunista, la chiusura di molte miniere di Bitcoin nella provincia ha portato alla chiusura di oltre il 90% della capacità mineraria cinese di Bitcoin.

Secondo una stima dell’Università di Cambridge, ad aprile 2020 circa il 65% del mining mondiale di Bitcoin ha avuto luogo in Cina.

Ti potrebbe interessare anche:

I pagamenti in criptovalute in Russia non riusciranno ad eludere le sanzioni

by | Set 27, 2022 | News | 0 Comments

La guerra tra Russia e Ucraina sta andando avanti ormai da mesi creando scompiglio a livello internazionale e destando non poche preoccupazioni per quanto riguarda...

Polkadot ecosystem brings blockchain innovation to the traditional economy sectors

by | Mag 23, 2022 | News | 0 Comments

Elite blockchain startups and investors met in Lugano during the event Decentralized Lugano in April 2022. The event was promoted by Mark Cachia, well-known investment manager and founder of VC firm Scytale toghether with BIL (International Bank of Luxembourg ) Suisse. The event was meant to raise awareness of the importance of Blockchain technology. The participants, guests and start-ups came from all over the world to connect and bring blockchain innovation to the traditional economy sectors using Polkadot technology.

LUGANO E BIL DALLA TRADIZIONE ALL’AVAGUARDIA NELL’INNOVAZIONE BLOCKCHAIN

by | Mag 23, 2022 | News | 0 Comments

La Svizzera è senza dubbio una sede allettante per gli investitori, grazie al favorevole sistema fiscale del paese e al sistema legislativo che ha introdotto il concetto di blockchain e asset digitali.

Il fondatore di Polkadot Gavin Wood sceglie Lugano per annunciare XCM

by | Mag 5, 2022 | News | 0 Comments

Lugano sempre di più capitale europea della Blockchain, durante l’evento Decentralized Lugano di Aprile 2022, organizzato dall’ufficio di Lugano della BIL, la Banque Internationale à Luxembourg (Suisse), l’ospite d’onore della serata Gavin Wood, co-fondatore di Ethereum , fondatore della Web3 foundation, sopratutto autore della white paper e co-fondatore di Polkadot, ha annunciato che XCM sarà rilasciato nei prossimi giorni.